CHI SONOMi chiamo Viviana Callea e sono ingegnere elettrico, business coach, moglie, mamma e amante del mare.
Dopo aver vinto il dottorato all’Università Sapienza sono stata conquistata da un progetto sulle contromisure magnetiche navali, che mi ha portata a lavorare in azienda. Qui sono entrata come primo ingegnere donna su circa 100 tecnici uomini. E, dopo 10 anni, ho maturato la scelta di dedicarmi a gruppi di lavoro, conseguendo il master in Corporate Coaching, in cui fare emergere abilità e capacità di collaborare, attraverso il superamento di diversità, anche di genere, e competenze specifiche utili alla collettività.COSA DIRESTI AD UN TUO POSSIBILE UTENTE?Gli direi che il COACH ING è un approccio costruttivo alla professione e alla vita. Un metodo brevettato per raggiungere i propri obiettivi.

PERCHE’ SCEGLIERE IL COACH ING?

Perché Coaching e Ingegneria insieme 2 discipline che, unite, hanno dato risultati a me, per prima. Hanno segnato la mia vita consentendomi di cambiare direzione facilmente. Ognuno di noi ha uno scopo di vita, di lavoro, di espressione. Nasciamo con caratteristiche e predisposizioni che, messe a disposizione degli altri, sviluppano ulteriori competenze e capacità. Tutto questo influenza il mondo circostante. E, se fatto con capacità previsionale e progettualità, restituisce successo sicuro.

PERCHE’ METTERE A DISPOSIZIONE DEGLI ALTRI UN MODELLO DI LAVORO?

Perché tutti possano utilizzarlo per sé o per la propria professione. Potrei dire che il modello è l’espressione finita della soluzione definitiva e funzionale delle innumerevoli opzioni e alternative ai miei errori, alle mie delusioni, alle mie perdite di tempo passate.

DA DOVE PARTE IL PROCESSO DI SVILUPPO?

Le competenze costituiscono la prima mappa di partenza cui attingere per la propria autovalutazione. Ciascuno di noi le possiede tutte, chi consapevolmente chi no. Scopo del lavoro è riconoscere quelle note e allenare solo quelle utili. E tutto il resto, tutto ciò che viene dopo, è il mio coach ing.

QUALI SONO LE COMPETENZE DEL MODELLO?

Sono tantissime: adattabilità, analisi, sintesi, assertività, influenza, comunicazione, relazioni, creatività, innovazione, decision making, iniziativa, energia, intelligenza sociale, investimento su di sé, organizzazione di tempo e risorse, orientamento al risultato, pensiero prospettico, progettualità, propositività, sensibilità interculturale, visione sistemica. Numerose competenze cui attingere per definire quali, tra le proposte, generano per ognuno il set valido in grado di sostenere la capacità di reazione nella vita personale e professionale di ognuno.